Ma non vi siete stancati di Matteo Renzi?

Non c’è niente da fare: l’Italia non riesce a guarire dal sado-masochismo tafazziano. È incredibile come nessuno riesca a farci del male come noi stessi. Sembra quasi che l’italiano faccia della pratica del sado-masochismo una sua peculiarità. Si lamenta del fatto che la società non va come dovrebbe, ma poi in concreto non fa nulla per cambiarla.

Fateci caso: improvvisamente è scomparso il futuro dalla narrazione politica italiana, l’Italia sembra rannicchiata nella quotidianità. Mentre la catastrofe continua ad abbattersi su questo povero Paese, ridotto a una zattera dispersa in alto mare, condotta da capitani che hanno gettato via i remi e strappato la vela.

Nulla è servito in questi mille giorni di narrazione renziana. Non la bocciatura al referendum: “Se lo perdo vado a casa, noi non siamo la casta”. Non la scissione all’interno del Pd. Non la scomparsa del centro-destra. Non le prediche dell’Europa e neppure i conti che non tornano. Non le promesse tanto al chilo, così grasse che non si possono mantenere. Non l’addio a Palazzo Chigi di Renzi, tornato davanti al suo computer nella casa di Pontassieve. Non la sobria guida di Gentiloni: uomo-portafoglio per i debiti di Renzi. E perfino gli affari della Consip. Sembra che nulla riesca a oscurare la stella di Matteo Renzi. Ma per sua sfortuna, Renzi non piace a tutti, o meglio, non sta simpatico a chi non si fa abbindolare dai titoli di giornale, ma si informa sui fatti.

In questi tre anni il bullo di Rignano ha passato il tempo ad anticipare su Twitter – in meno di 140 caratteri (l’ideale per garantire ottimi titoli ai giornali di regime) -, riforme epocali senza un briciolo di testo scritto. Invitava a guardare le stelle, mentre l’Italia precipitava nel burrone. Il mantra degli 80 euro è entrato da una tasca e uscito dall’altra. Senza che nulla sia cambiato in concreto nell’economia reale. E gli italiani? Sempre più poveri. La disoccupazione, uno dei problemi più gravi in Italia, continua ad aumentare. Ha bloccato il Paese con riforme strutturali e con riforme costituzionali che nessuno ha mai chiesto. In Europa le balle del bulletto, incapace di rappresentarci non solo nella sostanza, ma anche nella forma, non hanno avuto alcuna presa. La sua “rivoluzione copernicana della Pubblica Amministrazione” poi è riuscita ad indebolire il diritto alla salute, nonché ad introdurre leggi ad hoc a favore delle lobby (cioè ai soliti noti). Non ha risolto nessuna delle questioni che oggi stanno divampando. Argomenti prima distinti si sono intrecciati: democrazia, partiti, rottamazione, clientele, questione meridionale, immigrazione, corruzione e rabbia sociale, corruzione e potere, un magma di problemi e un filo d’Arianna che nessuno riesce più a dipanare per uscire dal labirinto. Allora mi chiedo: ancora non vi siete stancati di Matteo Renzi? Non siete stanchi della sua conclamata intolleranza informativa , alla sua allergia da stampa libera, all’orticaria da news, dei retroscena di Maria Teresa Meli o della verità rivelata da Fabrizio Rondolino e Mario Lavia? Credete davvero che la soluzione ai nostri problemi possa arrivare da una persona come lui che ha soltanto discorsi e slogan imparati a memoria e che pur definendosi “democratico” mostra spesso un totale rifiuto delle reali dinamiche democratiche, immaginando un fantasioso mondo ideale in cui il bene (cioè lui) trionfa sempre sul male? Non siete stanchi di slide, storytelling, arroganza, egocentrismo, post su Facebook, spot elettorali e promesse? Forse chiedo troppo all’immaginazione.

Annunci

3 thoughts on “Ma non vi siete stancati di Matteo Renzi?”

  1. Molti seguono ciecamente l’istinto e a me ( e alle persone che conosco), dice solo una cosa : Matteo Renzi NON CI PIACE!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...