Il 30% di aumento per la raccolta dei rifiuti è una bazzecola

Più di uno – evidentemente gente sfaccendata, beati loro – mi ha rimproverato perché “non scrivo più” (sulla “mia” comunità). Quasi che il mio silenzio fosse un tradimento. E ogni volta scuoto la testa, mormoro a me stesso: cos’altro devo dire? Sono sette anni che dico. Che mi scaglio (in perfetta solitudine) contro il Petulante Vanesio deciso a vendersi questa comunità e distruggere i nostri valori. Sono sette anni che contesto il ricorso massivo e spregiudicato alla demagogia da parte della classe dirigente. Che dovrei fare, convertirmi anch’io all’”egolatria” de’ noantri? Non ne vale la pena. Se c’è una cosa che ho sempre detestato è proprio l’ego ipertrofico, oltre all’ipocrisia. E questo mi ha reso, sulla politica, sui rapporti personali, molto problematico. Cos’altro devo dire, se oggi per le strade di questo paese, nei luoghi di ritrovo, vedo gente negare la realtà, anzi peggio: costruirsi realtà personali, funzionali solo a loro stessi. E poi crederci totalmente. Non servono i fatti. Non serve il ragionamento. Non servono i dubbi. Cos’altro devo dire, se oggi l’ignoranza è diventata una virtù, l’incompetenza è vista come purezza, l’inesperienza è candore. Sono sette anni che parlo di suicidio di questa orgogliosa comunità. Che con la sua mollezza, la sua inerzia, la sua cecità, il suo asservimento al Petulante Vanesio si sta scavando la propria tomba. Sette anni che ripeto al vento la verità sul Petulante Vanesio e sui complici del Petulante Vanesio cioè sui collaborazionisti che in buona o cattiva fede gli spalancano le porte. E si gettano ai suoi piedi. Cos’altro devo dire? Non è facile commentare questo paese, compiacersene, esprimere riconoscenza, cullarsi nella speranza che esista ancora qualcuno intelligente ma, soprattutto, un minimo lungimirante. Prendete questa storia dell’aumento dei costi per la raccolta dei rifiuti: al di là dei “tagli” governativi è chiaro che il “buffet” non è più quello di una volta, non è più per tutti; che è solo per i furbi. Lo vogliamo capire che al Petulante Vanesio e ai complici del Petulante Vanesio servono risorse fresche, che non c’è più garanzia nemmeno per i lecchini, i tirapiedi, i sognatori che non si svegliano dal sonno della speranza. La speranza di “ottenere”, di agganciare, di accaparrare… di fottere qualcosa… poco o niente! Prima in questo paese rubavano ladri intelligenti… facevano girare, facevano “campare”, da quando ci abbiamo messo i cretini a guidarlo, otto anni di imbecillità catastrofica hanno essiccato il “buffet”. Rassegnatevi! Il 30% di aumento sulle bollette è una bazzecola. Lo vogliamo capire che questa è gente che per sopravvivere, ingoierebbe merda, dichiarando si tratti di cioccolata. Lo vogliamo capire che occorre svegliarsi: che il “buffet” per loro ancora non è finito, c’è ancora molto arrosto da fottere, c’è più sostanza, un mare magnum di rendite di ogni genere. Questa è gente che non ruba, arraffa, si riempie il vassoio e nasconde la mano… c’è ancora tanto grasso che cola. Non capite o non volete capire che qui è in atto un vero e proprio latrocinio. Voluto e non dichiarato da una classe dirigente megalomane e irresponsabile (e poi ci si domanda perché il M5S alle ultime elezioni ha fatto incetta di voti). Smettiamola allora di fare gli gnorri. Di lamentarci. Di non avere coraggio. Di vivere (politicamente) senza coraggio, di non combattere, di non difendersi, di fare i collaborazionisti per mancanza di coraggio. Oggi non vedo che gente senza coraggio. Guidata soltanto dall’astio e dall’invidia o dal calcolo e dalla convenienza: mai dal coraggio. E gran parte della colpa è solo nostra. Di chi è stato eletto per rappresentarci e non lo fa. E a loro dico: sveglia! Di chi ha votato il Petulante Vanesio senza ragionare con la propria testa, senza ascoltare la propria coscienza. E a loro dico: li avete votati e avete dimostrato ancora una volta che in questa comunità tra pecore e pecoroni si nascondono ancora decine e decine di iene e avvoltoi, vigliacchi in attesa di spolpare l’osso, per quanto misero e intriso di vergogna.

Annunci

Una risposta a "Il 30% di aumento per la raccolta dei rifiuti è una bazzecola"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: